Seguici

J.K Rowling

EXCL: Intervista al designer dietro le coperine italiane della serie di Cormoran Strike by J.K.R

Pubblicato

il

J.K Rowling dopo Harry Potter, sta dimostrando alla grande le sue doti di scrittrice, anche e sopratutto in generi che non tutti pensavano potessero esserle congeniali. Lo abbiamo visto con "Il Seggio Vacante", lo vedremo con la sceneggiatura di "Animali Fantastici" e con la stesura della saga di Cormoran Strike (scritta con lo pseudonimo di Robert Galbraith). E' proprio di quest'ultima serie di libri che vi vogliamo parlare oggi. Poco tempo fà abbiamo appreso il titolo del terzo capitolo: "Career of Evil" e ci è stata mostrata anche la copertina ufficiale.

Abbiamo avuto il piacere di fare due chiacchiere con il graphic designer Davide Nadalin, che ha curato la grafica delle copertine dell'edizioni economiche de "Il Richiamo del Cuculo" e de "Il Baco da Seta" svelando retroscena e interessanti informazioni sulla produzione di queste copertine. A seguire la nostra intervista.

Hogwartsite: Ciao Davide, grazie di aver accettato di fare due chiacchiere con noi!
Davide Nadalin:
 Ciao! Grazie a voi.

HS: Per prima, parlarci della tua formazione che ti ha portato ad essere anche un book's cover designer.
D:
Diciamo che fin da bambino ero portato per il disegno e l'arte in generale… Dopo le medie frequentai il Liceo Artistico di Alba (CN) e dopo mi sono iscritto all'Istituto Europeo di Design di Torino; li ho fatto i tre anni di Grafica e Pubblicità. In realtà la mia appunto è una formazione da Grafico Pubblicitario. Iniziai come libero professionista nel 2004 lavorando nel mondo della grafica più tradizionale, realizzando loghi, cataloghi, depliant ecc… poi sono passato alla realizzazione di Cd Artwork per tante band metal italiane ed internazionali. Dopo essermi fatto un nome in quel campo, decisi di cambiare e dedicarmi all'editoria. E' stato un percorso difficile e in salita, ma le fatiche vengono ripagate.

HS:  Se dovessi dare un consiglio ad i giovani che voglio intraprendere un percorso simile al tuo, al giorno d'oggi? Secondo te ci sono le stesse possibilità di 10 anni fa? E' cambiato qualcosa?
D:
Un consiglio che darei è quello di cercare di essere il più umile possibile, essere semplici, seri e professionali. Questo viene apprezzato e se vi impegnate e amate ciò che fate, i risultati non tarderanno ad arrivare. Chiaramente rispetto a 10 anni fa, complice la crisi si fa un po' più fatica anche se si è bravi e seri. Bisogna spaziare il più possibile, e perciò presto tornerò a fornire in grande servizi di grafica tradizionale e advertising.

HS: Parliamo adesso più approfonditamente del tuo lavoro per la Salani Editore, ovviamente per la serie di Cormoran Strike di J.K Rowling. Raccontaci come è avvenuto l'incontro che ti ha permesso di lavorare alle copertine di questi libri.
D:
Il rapporto con Salani Editore va avanti da qualche anno. Esattamente dal 2011 quando la simpaticissima Serena Daniele di Salani mi ha proposto di realizzare la cover de "La notte dei ragazzi Re". Da quel titolo ad oggi sono stati realizzati diverse copertine. Lo scorso anno mi hanno proposto di rifare la cover de "Il richiamo del cuculo" e la cosa andò benissimo, tanto che ho curato anche quella nuova de "Il baco da seta". Le cover a loro sono piaciute tanto, ma per essere approvate bisognava avere anche l'Ok dall'agenzia letteraria della Rowling in Inghilterra. E' piaciuta moltissimo e mi sono arrivati molti complimenti anche da loro!

HS: Oh che onore! Quindi molto probabilmente curerai anche le copertine dei nuovi libri di Cormoran Strike, come quella del terzo capitolo "Career of Evill" ?
D:
 Beh, molto probabilmente si! Ho appreso da pochi giorni in effetti che uscirà un terzo capitolo.

HS: Hai detto che presto tornerai al ramo di partenza della tua specializzazione grafica, ma questo non vuol dire che abbandonerai il settore editoriale? Se non lo sapevi, J.K Rowling ha affermato che per la serie di Cormoran Strike scriverà molti più libri rispetto alla saga di Harry Potter, che di per sè sono già sette.
D:
Non abbandonerò il settore dell'editoria, mi piace troppo e dopo tanta fatica ora sto lavorando con tante case editrici e ho curato copertine per tanti autori famosi: J.K. Rowling appunto, Glenn Cooper, James Rollins, Ken Follett, Rick Riordan, Cornelia Funke, Danielle Steel, e molti altri. Per quanto riguarda Cormoran Strike non sapevo per la verità che ci saranno tutti quei libri. Ciò ovviamente può solo farmi piacere.

HS: Parliamo della cover de "Il Richiamo del Cuculo". Da cosa sei partito? C'è stato un "brief" che la salani o la casa editrice inglese ha imposto?
D:
Mi è stata data abbastanza carta bianca… dovevo mantenere l'atmosfera ma dargli il mio tocco. Diciamo che la prima proposta è piaciuta subito.

HS: Qual'è stato il tuo iter progettuale? Lo puoi illustrare nel dettaglio in termini tecnici? Che software utilizzi? Per il compositing della copertina trovi delle references online in banche d'immagini o effettui degli shooting?
D:
Allora, intanto per prima cosa mi faccio un'idea di come potrebbe venire facendo uno schizzo su carta. Una volta capito quale strada prendere, inizia la ricerca fotografica e l'elaborazione con Photoshop. In tal caso avevo bisogno di un muro con marciapiede. Mesi prima andai al Lago d'Orta e fotografai un marciapiede e muro bellissimo. Un passo era fatto. Dietro ho messo la vegetazione. Per acqua ho usato una mia foto fatta al Lago Maggiore. E per il soggetto ho fatto delle foto nel mio studio. Una volta assemblato il tutto, si danno le giuste tonalità, le ombre e le luci per creare atmosfera giusta, un po' di nebbia… giusto per creare la giusta atmosfera. Di solito cerco di utilizzare mie immagini, ma non sempre ho ciò che mi serve perciò faccio affidamento anche alle banche immagini.

 

HS: Per il lettering invece, te ne sei occupato anche tu?
D:
No per il lettering ho dovuto mantenere quello della prima edizione. Sia chiaro che ho curato solo le cover delle edizioni economiche. Quelle delle prime edizioni sono quelle inglesi, riadattate per l'Italia.

HS: Ovviamente, quindi non sai perché si è deciso di adottare un lettering diverso sopratutto da queste versioni?

D: Non lo so… ma immagino per un motivo di leggibilità… da grafico posso dire che fare una scritta così in corsivo è un azzardo…

HS: Dalla tua pagina facebook abbiamo visto che stai lavorando alla cover de "Il Baco da Seta". L'hai completata?
D
: Si, ne ho una copia stampata qui davanti a me. Non so quando uscirà ma è già stata stampata

HS: Quindi finché non da il via libera la Salani, non la possiamo vedere?
D:
Esatto.

HS: Una piccola descrizione, o anticipazione che ci puoi dare?
D:
L'unica cosa che posso dire… è che è più bella dell'originale… ahahahahahahahah

HS:  Ah lo speriamo vivamente ahaha. Mediamente quanto tempo hai impiegato per la lavorazione di queste due copertine?
D:
Diciamo che tra idearla, le prime bozze, le modifiche, rifarla, modificarla, attendere il responso Salani, modificarla ancora, attendere il responso dall'Inghilterra, procedere all'impaginazione di copertina, costa, quarta e alette… direi due mesi… Sono procedimenti lunghi ma è giusto così, perché per far le cose bene bisogna metterci il giusto tempo. C'è un detto che dice che La gatta frettolosa fece i gattini ciechi. Poi in editoria si parte molto tempo prima, Certe cover si fan anche in una sola ora e vengono accettate, ma certi libri, sono talmente importanti che bisogna che siano perfetti… finiranno in tante librerie e veglieranno i lettori di notte su tanti comodini di Italia… devono essere SUPER PERFETTI.

HS: Le nostre domande sono finite. Grazie mille!
D:
Grazie mille per questa chiacchierata.

Vi ricordiamo la pagina facebook e il profile behance di David Nadalin, che ringraziamo ancora molto per la sua disponibilità.

Advertisement ent="ca-pub-9999271808860040" data-ad-slot="7242061019">
Commenti
Advertisement

Facebook

Advertisement

In evidenza

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.